CASOLI. Sarà la Guerrato spa a realizzare e gestire per trenta anni il Nuovo ospedale del Trentino (Not). Ed è stata la cura abruzzese della società Di Carlo a rilanciare il colosso rodigino del settore servizi. L’appalto del “Not” è uno dei più grossi aggiudicati in Italia negli ultimi tre anni. Dopo aver acquisito le quote di maggioranza della Guerrato Spa, il gruppo Di Carlo ha avviato la ristrutturazione e il rilancio ricapitalizzando la stessa e passando a detenere il 65% delle quote.

Dall’omologa del piano concordatario ad oggi, si è provveduto alla valorizzazione del now out esistente oltre ad integrare la struttura con nuovi manager. I risultati non hanno tardato ad arrivare e in pochi mesi, dopo l’aggiudicazione dell’appalto per la gestione del multiservizio tecnologico dell’ospedale Pertini di Roma, l’azienda è in procinto di ricevere l’assegnazione anche dell’appalto per la gestione del multiservizio tecnologico per gli ospedali di Tivoli e Rieti, ma fiore all’occhiello del veloce percorso di ristrutturazione è l’assegnazione della maxi opera per la costruzione e la gestione del nuovo ospedale del Trentino, per un valore complessivo di circa un 1 miliardo 470 milioni.

Clicca per leggere l’articolo completo